https://cdnit1.img.sputniknews.com/img/07e4/09/0d/9528661_0:0:2458:1383_1200x675_80_0_0_8700edcc0ec8f2e8b326dc3d12e22fb6.jpg

Sputnik Italia

https://cdnit2.img.sputniknews.com/i/logo.png

https://it.sputniknews.com/mondo/202101099988821-bolivia-in-attesa-delle-prime-dosi-di-sputnik-v-entro-la-terza-settimana-di-gennaio/

L’annuncio da parte di La Paz arriva dopo che lo scorso 30 di dicembre era stato trovato un accordo con la Russia per la fornitura di 5,5 milioni di dosi.

Le autorità boliviane hanno riferito di aspettarsi il primo lotto di 6.000 dosi di vaccino russo Sputnik-19 entro la terza settimana di gennaio.

Ad annunciarlo è stato il portavoce del presidente del Paese, Jorge Richter, in un’intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Sputnik:

“Stimiamo che accadrà entro la terza settimana di gennaio. Questo è quello che ci aspettiamo come data approssimativa”, sono state le parole di Richter.

Il Ministero della Salute di La Paz ha annunciato lo scorso 30 dicembre un annuncio di accordo con la Russia per la fornitura di 5,5 milioni di dosi di Sputnik V.

Vaccino russo anti-Covid “Sputnik V”

L’11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia “Gamaleya”. Il farmaco è commercializzato dal Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, responsabile della conduzione delle trattative sull’esportazione e produzione all’estero di questo farmaco.

Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell’organismo si basa su un adenovirus umano. Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni. Negli studi clinici ha mostrato un’efficacia del 100% contro i casi gravi di Covid-19, ovvero nessuno dei soggetti vaccinati nei test ha contratto sintomi gravi della malattia se infettato dal coronavirus.