Ha 26 anni, ora è ricoverato in rianimazione a Novara: cercava funghi con il padre


Un giovane di 26 anni è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Novara per essere stato assalito da uno sciame di vespe. Ieri pomeriggio,a  Trivero, nel Biellese, il suo cuore si è fermato per alcuni lunghissimi minuti.
Il giovane si trovava con il padre nei boschi nell’oasi Zegna, alla ricerca di funghi. Il ragazzo si è chinato a terra ed è stato attaccato da più vespe che si  sono alzate in volo da terra e lo hanno punto in piena faccia. Gli effetti sono stati immediati: il giovane ha iniziato a soffocare.
Il padre ha chiamato i soccorsi e un’ambulanza del 118 ha raggiunto i due, avvicinandosi il più possibile al bosco, poi gli operatori hanno proseguito a piedi. Le sue condizioni sono apparse subito critiche: al loro arrivo il cuore era senza battito. Con le tecniche di rianimazione sono riusciti a farlo ripartire. Dopo averlo stabilizzato, con l’aiuto dei tecnici del soccorso alpino, lo hanno trasportato all’ospedale Maggiore di Novara dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi resta riservata.