(Teleborsa) – Durante la scorsa settimana, la Banca centrale europea ha ridotto le sue operazioni di acquisti calmieranti di titoli pubblici e privati, tramite il programma anticrisi PEPP: sono stati pari a 16,7 miliardi di euro, mentre nei sette giorni precedenti avevano raggiunto quota 19 miliardi di titoli.

Già ieri la BCE aveva comunicato che il cumulato di titoli acquistati con questo programma (lanciato lo scorso marzo per far pronte alla crisi pandemica) ha raggiunto 806 miliardi di euro. Nonostante gli acquisti netti totali dei programmi APP (il cosiddetto Quantitative Easing) e PEPP siano stati leggermente superiori a gennaio rispetto a dicembre, gli acquisti netti nell’ambito del PEPP sono stati i più bassi dall’inizio del programma.

La riduzione del ritmo degli acquisti non deve sorprendere se si considera che la BCE sta semplicemente puntando a mantenere tassi e spread bassi, piuttosto che spingerli ancora più in basso”, hanno scritto gli analisti di ING, che hanno sottolineato come il mercato non stia reagendo a questi cambiamenti. Secondo i calcoli di ING, al ritmo di gennaio, ci vorranno 19 mesi per esaurire completamente il piano PEPP, cioè ad agosto 2022 compreso. Ciò si confronta con una data di fine dichiarata di marzo 2022.

A dicembre la BCE aveva aumentato la dotazione teorica del PEPP a 1.850 miliardi di euro, salvo precisare che potrebbe non usarli tutti o che, all’opposto, potrebbe aumentare ulteriormente l’ammontare e prolungandone la durata ad almeno fine marzo 2022. La BCE ha chiarito che condurrà queste operazioni con l’obiettivo di mantenere condizioni finanziarie favorevoli e parallelamente porterà avanti i pre-esistenti programmi di allentamento quantitativo, sempre con acquisti di titoli.

Nell’ultima settimana, il piano sui bond pubblici PSPP ha visto l’acquisto di altri 7 miliardi di euro, con un totale di bond cumulati a 2.355,3 miliardi. Con altri programmi la BCE ha acquistato complessivamente 3,6 miliardi di euro di bond societari, che portano il totale degli ultimi sette giorni a 27,3 miliari di euro. La settimana precedente la BCE aveva acquistato bond per 32 miliardi di euro complessivi.