Atri, inaugurato in ospedale “L’angolo di Cecilia”

Spread the love
La consegna dell'assegno di 5mila euro in Comune

La consegna dell’assegno di 5mila euro in Comune

Una stanza operativa del Centro Fibrosi Cistica intitolata alla giovane vittima dell’hotel Rigopiano: 5.300 euro dal Vaffanclub di J-Ax

ATRI. Era nata come raccolta fondi in memoria di Cecilia Martella – una delle 29 vittime della tragedia dell’hotel Rigopiano – quella avviata dal “Vaffanclub di J-Ax” di cui la 24enne Cecilia faceva parte e che riunisce i fan del cantante J-Ax. Ora gli oltre 5mila euro (5.300 per l’esattezza) raccolti dal club sono stati donati al Centro regionale Fibrosi Cistica di Atri (Teramo), diretto da Paolo Moretti. Oggi la cerimonia di donazione nel municipio della cittadina abruzzese. Alla raccolta hanno partecipato lo stesso J-Ax e la sua band, donando oggetti personali messi all’asta. Una targa è stata affissa in una stanza operativa del centro, che ha sede nell’ospedale di Atri, che si chiamerà “L’angolo di Cecilia”.

I genitori di Cecilia Martella con J-Ax e Fedez

«Ho molto apprezzato il gesto di questo fan club – dichiara il sindaco di Atri, Gabriele Astolfi – da subito hanno dimostrato affetto per la nostra concittadina Cecilia e hanno trasformato in gesto concreto questo loro legame. I fondi raccolti andranno al Centro Regionale Fibrosi Cistica che ha sede nel nostro ospedale ed è un fiore all’occhiello per la nostra comunità. Un segno importante di altruismo in ricordo di una ragazza unica che ha perso la vita in una delle tragedie più dolorose per la nostra regione». Alla cerimonia hanno partecipato anche i familiari di Cecilia e i responsabili del “Vaffanclub”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.