In Italia il caffè è qualcosa che non può mancare, in tutte le ore del giorno e per tante occasioni, un culto a cui gli italiani non possono rinunciare!


L’ammazzacaffè è il liquore servito a fine pasto, subito dopo il caffè, che spesso viene versato direttamente nella tazzina per risciacquarla e risciacquare il palato: sambuca, grappa, limoncello, amari alle erbe e liquori fatti in casa, sono i tradizionali ammazzacaffè.

Il liquore al caffè, aromatico e digestivo, racchiude in un solo bicchierino tutte le caratteristiche del caffè e dell’ammazzacaffè, in un liquore davvero irresistibile, denso e alcolico al punto giusto.

Uno dei liquori più facili da preparare in casa, con pochi e semplici passaggi;


bastano pochissimi ingredienti per prepararlo: caffè della moka, zucchero e alcol, a cui aggiungere aromi per renderlo ancora più squisito.

Perfetto da servire ai propri ospiti come fine pasto, o da conservare in dispensa per la preparazione di dolci e dessert o per arricchire i gelati;


è un’ottima idea regalo per le feste o un invito a pranzo, da presentare con un’elegante bottiglia ed un’etichetta personalizzata: un dono originale e gradito da amici e parenti!

Ecco la ricetta facile e veloce per preparalo a casa

Ammazzacaffè – liquore al caffè

Ingredienti

  • 7 caffettiere di caffè da sei tazzine cadauna
  • 1,200 kg di zucchero
  • 4 bustine di vanillina
  • 600 g di alcool 95°

Procedimento

Preparate il caffè con la moka, una volta pronto versatelo in un pentolino dai bordi alti;


unite lo zucchero e la vanillina, mettete sul fuoco a fiamma bassa e fate bollire molto lentamente per 20 minuti, mescolando ogni tanto con un cucchiaio per farlo sciogliere.

Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare, quindi aggiungete l’alcol e mescolate bene;


versate il liquore al caffè in bottiglie perfettamente pulite e asciugate, chiudetele bene per non far entrare aria.

Per rendere più aromatico e speziato il liquore al caffè, potete aggiungere o sostituire la vanillina con una stecca di cannella o con dell’anice, e qualche tazzina di caffè espresso;


un sapore irresistibile, più ricco e corposo, potrà essere dato sciogliendo del cioccolato fondente nel caffè caldo, per poi procedere come da ricetta.

Lasciate riposare per due settimane prima di consumarlo.


Si conserva fino a 3 mesi in un luogo fresco e al riparo dalla luce, mentre se volete servirlo ben freddo conservatelo in freezer o in frigo.


Il liquore al caffè è pronto per essere servito freddo o a temperatura ambiente: basterà agitarlo poco prima di servirlo, nel caso durante la fase di riposo dovesse depositarsi lo zucchero sul fondo.

ricette dal blog Caos&Cucina