Visite Articolo:
75

Pur di fronte a dati che evidenziano una generale diminuzione dei reati, frutto dell’importante attività di controllo del territorio assicurata da tutte le forze di polizia, occorre mantenere molto alta la guardia”. Lo ha detto – secondo quanto reso noto in un comunicato stampa – il prefetto di Potenza, Michele Campanaro, durante la 14/a Conferenza regionale delle autorità di pubblica sicurezza che si è tenuta oggi nella Prefettura del capoluogo lucano.

In particolare, il prefetto ha evidenziato che “desta particolare preoccupazione il panorama di una criminalità organizzata autoctona presente in diverse zone della regione (dal litorale jonico, alla zona del Potentino e del Vulture-melfese, in particolare), con diversa capacità pervasiva. Le consorterie mafiose dell’hinterland potentino – ha proseguito il Rappresentante del Governo – sono in forte evoluzione, con piena capacità operativa e, soprattutto, con collegamenti sempre più consolidati con esponenti della criminalità organizzata delle regioni limitrofe, come dimostrato dalle recenti operazioni ‘Iceberg’, ‘Lucania Felix’ e ‘Giano’”.