Il periodo che precede il Natale? Fiocchi di neve, lucine colorate, nani, festoni, e dolci come se non ci fosse un… Natale! 

Eh già, perché per alcuni ormai non è possibile immaginare i primi 24 giorni di dicembre senza scartare un dolcetto del calendario dell’Avvento. E noi non ci tiriamo di certo indietro, anzi, vi raccontiamo la storia di quella scatolina magica e vi diamo anche qualche suggerimento per acquistare il calendario dell’Avvento gastronomico più goloso del 2022!

La tradizione del calendario dell’Avvento

Se avete aperto questo articolo non solo per acquistare il vostro prossimo calendario dell’Avvento ma anche per scoprire cos’è, accontentiamo subito la vostra curiosità. Nelle prossime righe scoprirete la storia di questa curiosa scatola piena di prelibatezze. Se invece volete passare subito all’acquisto perché non vedete l’ora di aprire la prima casellina, passate oltre e correte a dare un’occhiata ai 5 calendari dell’Avvento gastronomici da non perdere quest’anno.

Quando e dove nasce il calendario dell’Avvento? Ecco la storia 

Ormai noto in tutto il mondo, il calendario dell’Avvento così come lo conosciamo noi è nato in Germania nel XIX secolo. Ma vediamo perché e come hanno tirato fuori l’idea. 

Dovevano essere già tanto golosi anche a quei tempi, evidentemente, i nostri vicini tedeschi, al punto da pensare a una scatola di cioccolatini che potesse addolcire l’attesa del Natale. Il calendario, infatti, già all’epoca era composto da 24 caselline che al loro interno nascondevano 24 dolcetti e ognuna di esse veniva aperta ogni giorno dal primo dicembre fino alla Vigilia. 

Tatyana Soares/shutterstock.com

Ma l’idea era nata con un’altra finalità: insegnare la pazienza e la disciplina ai bambini, ma anche a contare, grazie al conto alla rovescia dei giorni mancanti per arrivare al Natale. 

La prima testimonianza stampata risale al 1908, quando un editore di Monaco, Gerhard Lang, realizzò un calendario per bambini intitolato Im Lande des Christkinds (che si può tradurre “Nella terra di Cristo Bambino”) e composto da due fogli di carta: in uno c’erano 24 immagini e nell’altro 24 spazi. Durante l’Avvento (il tempo liturgico di preparazione al Natale), i bambini dovevano ritagliare un’immagine al giorno e incollarla nello spazio corrispondente per segnare il tempo e quindi contare i giorni. 

Alcune fonti, tra l’altro, raccontano che Lang era stato ispirato da una tradizione della sua famiglia. Un giorno, quando era piccolo, la madre aveva attaccato 24 biscotti a una scatola di cartone perché l’attesa del Natale potesse essergli più dolce. 

Calendario dell’Avvento gastronomico: i più golosi da non perdere

Ne avete avuto a sufficienza di storia? Andiamo dritti alle 5 proposte di calendari dell’Avvento gastronomici più golosi, precisando che il web è davvero pieno di spunti e che quelli che abbiamo deciso di riportarvi sono, secondo noi, i più particolari e ricercati. 

Allerta spoiler: abbiamo trovato delle chicche che potrebbero mettervi in difficoltà davanti a una selezione, noi non sapremmo quale scegliere! Se fate un regalo pensate alla persona che dovrà riceverlo: qual è il suo peccato di gola?

Per gli amanti degli snacks americani

Se avete un amico, o se voi stessi siete amanti del burro di arachidi, della cucina americana ma soprattutto degli snack firmati USA, ecco cosa fa per voi: il calendario dell’avvento con gli snacks americani. Noi lo immaginiamo come un viaggio negli Stati Uniti, ogni giorno, in attesa della festa delle Feste, uno spuntino diverso e sicuramente taanto goloso! 

Per chi adora le coccole e le tisane

Guardate un po’ cosa abbiamo trovato: un calendario dell’avvento fatto di tisane biologiche!

Un’alternativa sicuramente più salutare, che vi permetterà ogni giorno di rilassarvi con un gusto diverso. Perfetto per gli amanti degli infusi e dei momenti di coccole sul divano con una tazza calda. Vi riconoscete nella descrizione? Allora correte a dare un’occhiata!

Nina Buday/shutterstock.com

Per chi ama e non può fare a meno del caffè

Dopo le tisane il caffè, un’altra grande passione per molti. Nespresso quest’anno ha deciso di sorprenderci con un’edizione limitata di questi profumatissimi calendari dell’avvento del caffè realizzati in collaborazione con Pierre Hermé, chef-chocolatier, nominato miglior pasticciere del mondo dall’Academy of the World’s 50 Best Restaurants nel 2016. 

Siete degli amanti del caffè? Correte a scegliere una delle due versioni presenti sul sito.

Per chi beve solo birra buona

Pensavate ci fossimo scordati della birra, ma come avete osato? Ecco a voi il calendario della birra artigianale firmato Baladin. Un viaggio nei sapori del meglio della produzione tra birra e – attenzione attenzione – beer cocktails. Sono tutte edizioni limitate prodotte nel 2022 e per il 24 di dicembre c’è una sorpresa speciale.

Per i veri golosi

Vi abbiamo lasciati per ultimi, ma solo per testare la vostra resistenza. Sappiamo benissimo che i veri golosi non aspettano altro che una crema spalmabile da mangiare col cucchiaino. E allora l’attesa è finita. Per voi abbiamo trovato questo delizioso calendario dell’avvento con le creme spalmabili. Ci sono anche creme senza glutine e creme senza lattosio. Vi lasciamo con una lista che vi manderà in estasi le papille gustative: pistacchio, gianduia, cioccolato bianco, nocciola, caramel ciock…

Non vedevate l’ora di trovare il vostro calendario dell’avvento per questo fine 2022, vero? Fateci sapere quale avete scelto!