Un angolo del living della casa in Nuova Zelanda progettata da Vaughn McQuarrie. Foto Simon Devitt

Leggere AD di gennaio vi farà, per esempio, scoprire l’antipatia di Piero Lissoni per il “design democratico” e la sua passione per i marrons glacés. O entrare nel rifugio a Long Island dove Isabella Rossellini ha portato i suoi ricordi delle estati con mamma Ingrid. Rimanere incantati dai fiordi, dalle cascate e dai boschi neozelandesi dove l’architetto Vaughn Mcquairrie ha dato vita a un progetto site-specific. Potrete visitare, a 100 anni dalla sua morte, il palazzo sul Lago di Garda che Gabriele D’Annunzio trasformò in un monumento autocelebrativo. Vi inoltrerete nella teoria del colore fatta casa di un grande architetto milanese. E volerete fino a Shanghai, insieme al duo creativo più amato dalla fashion industry per il suo allestimento spettacolare. Ma ci sono molte, molte altre ragioni per leggere AD di gennaio. Scoprite quali.

Per abbonarti ad AD, clicca qui.